gods party


Vai ai contenuti

NEW TESTIMONIANZE

TESTIMONIANZE




10/03/2010




Cioa mi chiamo …vi voglio raccontare una parentesi buia
della mia vita, un esperienza che sotto diversi aspetti ha stravolto la mia vita ma grazie all'amore del Padre ne sono uscito sano e salvo.
Poco più di due anni fa ho avuto un lutto improvviso nella mia famiglia, quelle situazioni che fai difficoltà nel realizzare cosa è accaduto,
tale circostanza ha sviluppato un meccanismo strano nella mia mente un paura un senso d'insicurezza.
Pensavo che la situazione potesse essere gestibile mi
dicevo " va bè e il periodo post l'evento, lo sciocc della situazione passerà, invece non mi accorgevo che la cosa invece di migliorare stava peggiorando. Dopo pochi mesi un 'altra persona della mia famiglia stette male riscontrando gli stessi sintomi, la situazione avvenne durante la nottata,ricordo che fu la notte più lunga della mia vita.
Ringraziando Dio questa volta finì tutto bene,ma la mia mente incominciò ad avere uno strano declino,incomincia a vivere delle situazioni nere, la notte non dormivo più ed il mio poco sonno era una vera veglia cioè con un occhio chiuso ed uno aperto temevo che potesse accadere qualcosa.
All'inizio rimanevo sveglio la notte e cercavo di recuperare durante il giorno per quanto potevo, ma era impossibile c'era l'università, la famiglia gli amici dormivo sempre più poco riducendomi a due, tre ore di sonno a notte la situazione andò avanti per alcuni mesi, il mio corpo incominciò a risentirne. Una sera mentre ero al volante della mia macchina incominciai a sudare, sentivo una tachicardia fortissima, sembrava tanto che il cuore mi stesse uscendo dalle orbite delle orecchie incominciai a tremare se ne scese la vista, il medico alcuni giorni dopo
mi disse che avevo avuto un attacco di panico. Un' esperienza che non auguro a nessuno,mi sembrava di morire, mi sentivo piccolissimo non sapevo cosa fare un esperienza bruttissima.
Fu il primo di una serie che stava poco a poco uccidendo la mia vita, iniziai a combattere questa cosa ma era più grande di me, più forte. Ricordo che incomincia a chiudermi in casa per paura che fossi preso da questa situazione fui proprio avvolto dall'ansia. Ormai era padrona nella mia vita.
Ricordo che non riuscivo più a fare nulla, non riuscivo a studiare, in due anni sono riuscito a dare solo un esame all'università ma con una profitto minimo. La mia mente non poteva applicarsi a pensare non potevo soffermarmi, perché ascoltavo i miei silenzi ed erano dei veri richiami per l'ansia. Insieme alla vita incomincia a perder Dio, xkè non riuscivo più a meditare a pregare e Dio si faceva sempre più lontano, o meglio io ero sempre più lontano da lui, lui era sempre li ed io non riuscivo a sentirlo più, e stavo malissimo per questa situazione. Decisi di combattere questa situazione ne volevo uscire, ricordo che ero in sempre in auto, io non sono un grande ascoltatore di radio ma quel giorno per strano caso cambiavo le stazioni radio e c'era una nota canzone cristiana che conoscevo e mi fermai ad ascoltarla, alla fine di questa canzone c'era l'intervista ad una dottoressa o meglio una psicologa che parlava dell'ansia diceva che cosa era,
quali erano cause come bloccare e combattere questa malattia della mente.
Dio aveva operato aveva usato la radio, per parlarmi. Incominciai a farmi una cultura su questo male, chiesi aiuto ad amici più intimi, ma principalmente incominciai a combattere la malattia, isolai gli eventi che mi avevano portato a ciò pian piano riacquistai le ore di sonno il mio fisico si stava riprendendo mi sentivo più rilassato, sentivo di nuovo la presenza di Dio,
gli attacchi di panico scomparvero all'improvviso. Raccontai questo episodio al mio medico generico, il quale mi indirizzo da uno specialista amico suo,uno psicologo primario di una struttura pubblica, ricordo quell'unico colloquio che duro giusto venticinque minuti, alla fine dei quali il medico mi disse " tu non hai bisogno di uno psicologo sei stato capace di auto psicoanalizzarti" mi prescrisse un farmaco per gli attacchi di panico. Ho comparto quel farmaco ma la confezione è ancora intatta, perché l'ansia è scomparsa. Ed è stato Dio che mi ha condotto alla via per guarire. Grazie Signore perché non ti dimentichi mai dei tuoi figli, grazie perché tu sei sempre li anche quando noi non ti sentiamo.


Home Page | CHI SIAMO | REVOLUTION | FOTO MISSIONI | WEB PREGHIERA | PREGHIERA | TESTIMONIANZE | LUCE NELLA NOTTE | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu